fbpx

+ italiano: appuntamento galante

+ ITALIANO

Quando Marta dice: “per stasera sono io il dessert” dà alla frase quello che noi chiamiamo  UN SECONDO FINE, UN DOPPIO SENSO.

Il doppio senso e il secondo fine li usiamo per non essere troppo diretti, ma per essere o simpatici o delicati.

SIMPATICI, quando vogliamo dire qualcosa di bello in modo simpatico.

DELICATI, quando dobbiamo dire qualcosa di brutto e non vogliamo essere troppo diretti.

La lista di queste espressioni è infinita, per poter spiegare bene il loro significato dobbiamo avere ben chiaro in mente il contesto situazionale.


 

 

LEGGI IL TESTO

Marco è un ragazzo di 17 anni, preso dal divertimento e niente di più. Una mattina si alza, come al solito fa colazione, fa la doccia ed esce per andare dal barbiere senza mettere in ordine la sua stanza e lasciando il tavolo della cucina completamente in disordine.

Quando sua madre rientra a casa si arrabbia così gli telefona:

MARCO: pronto mamma…

MAMMA: Marco… dove sei?

MARCO: sono dal barbiere, faccio il taglio e rientro, vuoi sapere se rientro per pranzo?

MAMMA: esatto, voglio sapere se rientri per pranzo, perché ho preparato un bel pranzetto per te

(dice arrabbiata)

Marco si accorge che la mamma non è affatto di buon umore, così dice:

MARCO: va bene mamma, arriva verso l’una.

 


La mamma di Marco con la frase perché ho preparato un bel pranzetto per te, non si riferisce al pranzo in sé, ma si riferisce alla ramanzina che gli farà appena rientrerà a casa.

Il pranzo è la ramanzina.


 

LEGGI IL TESTO POI RISPONDI ALLE DOMANDE

 

CAPO: Vanessa, stasera è libera?

VANESSA: a che ora?

CAPO: per l’ora di cena…

VANESSA: perché? Generalmente a quell’ora sono a casa con la mia famiglia, per caso c’è qualche riunione extra?

CAPO: sì, ti sto invitando a fare delle ore extra, a casa mia…

Vanessa non è una ragazza timida, non si lascia intimorire dal tono sicuro e intimidatorio del suo capo così gli risponde per le rimeAggiungi un suggerimento

VANESSA: mi dispiace per Lei, le ore extra dopo cena le faccio solo con mio marito.


This quiz is for logged in users only.


+ ITALIANO: HALLOWEEN, SANTI E MORTI


VOCABOLARIO

MACABRO= caratterizzato dagli aspetti più vistosi e impressionanti della morte

-aspetto macabro

-scena macabra

-gusto macabro


LEGGI IL TESTO…

Come si festeggia Halloween in italia – una tradizione per noi recente, che si è fusa con le ricette, le ricorrenze e i costumi del nostro paese.

“Offri o soffri?” era l’originale rielaborazione italiana di “Tricks or treat?”, che giocava proprio sull’omofonia delle due parole esattamente come avviene nei paesi anglosassoni.

La festa di Halloween è diffusa in Italia solo da pochi decenni; si potrebbe anzi azzardare che una vera italianizzazione della notte più macabra dell’anno sia avvenuta solo qualche anno fa, raggiungendo prima di molte altre le grandi città, come Milano, Roma, Torino e Bologna.

Ciò però è vero solo considerando la festa di Halloween dal punto di vista moderno e consumistico: negli ultimi anni, la notte delle streghe ha assunto una valenza materialistica, svestendosi delle chiavi simboliche con cui aveva avuto inizio.

La festa del costume è radicata in luoghi come America, Irlanda, Gran Bretagna: è noto che in questi paesi la corsa al costume più orrido ed alla maschera più macabra inizino già verso i primi di ottobre, come una sorta di preparazione ad un rituale di cui sembra essere rimasto solo l’involucro.

La domanda più diffusa e conosciuta in Italia, oggi, è “Dolcetto o scherzetto?”: così, anche i bambini italiani festeggiano la notte di Halloween ricevendo dolciumi e prelibatezze da familiari ed amici.

La notte stregata però non rappresenta motivo di svago e divertimento solo per i bambini: la diffusione che si è sviluppata dagli Stati Uniti ha fatto sì che questa festa diventasse anche qui festa non solo dei bambini, ma anche (e forse soprattutto) degli adulti, per i quali i locali notturni e le discoteche organizzano ogni anno feste a tema, rievocando le atmosfere tipiche della notte delle streghe.

Halloween diventa così un secondo carnevale da festeggiare seguendo le antiche tradizioni celtiche da cui la festa della notte delle streghe ha origine: uomini e donne travestiti da diavoli, streghe e personaggi raccapriccianti dei più diffusi film horror danzano e si divertono nei locali alimentando il mercato delle maschere dell’orrore.

Anche la cultura culinaria ha mutuato alcune ricette direttamente dalle tradizioni agricole delle popolazioni celtiche: molti i piatti a base di zucca, alimento che in autunno è molto diffuso.
Risotti alla zucca, antipasti e torte salate, paté di zucca, pane alla zucca, sfogliate e tortini, sono solo alcune delle ricette più prelibate di queste tradizioni culinarie.

Da non dimenticare i dolci, che sono le vere prelibatezze della festa di Halloween: merende a base di marmellate di zucca, crostate e torte della tradizione, che non mancano nelle tavole imbandite in occasione dei festeggiamenti.


PRATICHIAMO!

HALLOWEEN - SANTI - MORTI

Name Email

Halloween è una tradizione:

1 out of 10

Si festeggia il:

2 out of 10

Qual è la simbologia di Halloween?

3 out of 10

Quando viene festeggiata la festa di Ognissanti?

4 out of 10

Che cosa si festeggia il 1 novembre?

5 out of 10

Il 2 novembre si celebra:

6 out of 10

Nel tuo paese esiste una festa dedicata ai "cari defunti"? Se sì, descrivi la tradizione.

7 out of 10

Che cosa si prepara per i morti?

8 out of 10

Che cosa vuol dire: ESSERE UNA TOMBA?

9 out of 10

Che cosa significa ESSERE MORTO DI FAME?

10 out of 10

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.