fbpx

+ italiano: MI SENTI?

MI, TI, LA, LO, CI, VI, LI, LE + SENTIRE

-Mi senti?

-Sì, ti sento chiaro.

-Non ti sento, parla più forte.

-Non la sento, per favore, parli più forte.

-Li ho sentiti parlare, parlavano di noi.

 

LEGGI IL TESTO

Ciao Luisa, ti scrivo perché prima al telefono non ti sentivo. Dovresti chiamare un tecnico per controllare il tuo telefono, perché non si sente mai niente. Prima ti ho chiamata per dirti di stasera, fammi sapere se ti va di venire con noi in pizzeria. Aspetto una tua risposta, Ci sentiamo!

This quiz is for logged in users only.


+ italiano: black friday con le amiche

CIAO!

In questa lezione impariamo qualcosa di nuovo sulla cultura italiana

ATTIVITÀ: COMPRENSIONE DELLA LETTURA + COMPRENSIONE DELL’ASCOLTO

LIVELLO: B2


ASCOLTA IL PODCAST

BLACK FRIDAY CON LE AMICHE


LEGGI IL TESTO

Qual è l’origine del Black Friday?

Il venerdì nero o meglio il Black Friday è l’ennesima consuetudine importata dagli USA dove, il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento, i negozi offrono super sconti per lo shopping di Natale. Tradizione americana diffusasi in altri paesi del mondo, tra i quali anche l’Italia.

Il “venerdì nero” viene l’indomani del Ringraziamento (la festa che si celebra il quarto giovedì di novembre negli Usa e in Canada) ed è il giorno in cui, secondo una tradizione consolidatasi negli anni Sessanta, i negozianti americani propongono sconti speciali allo scopo di favorire lo shopping e dare il via alle spese natalizie.

PERCHÉ PROPRIO “NERO”? Perché all’epoca i registri contabili dei negozianti si compilavano a penna, usando inchiostro rosso per i conti in perdita e quello nero per i conti in attivo. E nel venerdì dopo il ringraziamento, grazie a queste promozioni, i conti finivano decisamente in nero.

UN’ALTRA TEORIA. Secondo un’altra tesi, l’origine del nome è meno poetica. Il “nero” sarebbe causato dal traffico sulle strade e dalla congestione nei negozi, provocata da migliaia di americani attirati da sconti – validi soltanto quel giorno – anche dell’80 per cento. La prima volta che se ne parlò, sembra essere stato nel 1961 quando a Philadelphia il venerdì dopo il Ringraziamento fu davvero trafficato.

PREVISIONI ECONOMICHE. Il Black Friday è visto da diversi analisti finanziari come un indicatore statistico della propensione ai consumi e alla spesa negli Stati Uniti. È l’inizio ufficiale dello shopping natalizio e può essere utilizzato come parametro per stimare l’andamento di tutta la stagione natalizia. Il venerdì nero è così importante che alcune grandi catene anticipano i loro saldi anche nel giorno del Ringraziamento.

GLI ALTRI GIORNI DELLO SHOPPING. Esiste anche un Cyber Monday (lunedì cibernetico): cade il primo lunedì successivo al Black Friday e viene dedicato agli sconti sui negozi online.

Pratichiamo!

This quiz is for logged in users only.



 

IL CAPODANNO IN ITALIA: USANZE, RITI E TRADIZIONI

IL CAPODANNO IN ITALIA: RITI, USANZE E TRADIZIONI

 

Il capodanno: usanze, riti e tradizioni

Il capodanno in Italia si festeggia la notte del 31 dicembre e il 1 gennaio di ogni anno.

Il 31 dicembre si saluta il vecchio anno che se ne va

Il 1 gennaio si festeggia il primo giorno dell’anno nuovo


Lenticchie

Mangiare le lenticchie a mezzanotte dell’ultimo dell’anno porta fortuna. E’ una usanza che ha origini diverse a seconda di chi la racconta. Secondo alcuni si devono mangiare lenticchie perché i legumi, già resistenti di natura (se ben conservati) sono simbolo di lunga vita: essendo molto nutrienti salvaguardano i corpi anche in tempi più sfortunati. Per altri le lenticchie ricordano le antiche monete d’oro: infatti è usanza regalare un portamonete pieno di lenticchie con l’auspicio che queste si trasformino in monete di metallo prezioso.

Botti e fuochi d’artificio

Pare che gli spiriti maligni abbiano una certa riluttanza per i rumori forti. E’ per questo che a Capodanno è tradizione sparare fuochi d’artificio, ma soprattutto petardi che con i loro botti spaventano diavoli e diavoletti. Anche il tappo dello spumante sparato per festeggiare la mezzanotte è ottimo per allontanare il malocchio.

Lancio dei cocci

E’ una tradizione nazionale, ma a Napoli  è una tradizione vera e propria. In sostanza usanza vuole che a mezzanotte dell’ultimo dell’anno vengano gettati a terra (o in strada dalle finestre), piatti, bicchieri, oggetti in ceramica. Con questo gesto simbolico si cacciano via i mali sia fisici che morali che sono stati accumulati nel corso dell’anno che sta finendo.

Strenne

Già gli antichi romani avevano il rito delle Strenne, che chiamavano streniarum commercium. E’ un rito propiziatorio ‘passivo’ nel senso che l’auspicio di un anno di abbondanza sarà proporzionale al numero di regali, le Strenne, che si ricevono da amici e parenti. In alcune regioni italiane è abitudine che gruppi di giovani prima della mezzanotte vaghino per le strade di città e paesi cantando rime per ricevere regali, così da aumentare le possibilità di fortuna, abbondanza e felicità nel nuovo anno.

Bacio sotto il vischio

Il vischio è da sempre la pianta degli Dei. Per i Druidi, il vischio era la manifestazione in terra delle divinità perché con i suoi poteri poteva essere sia curativo che un veleno mortale. Anche gli anglosassoni associavano la pianta alla dea Freya, sposa di Odino, protettrice degli innamorati. Il bacio sotto il vischio allo scoccare della mezzanotte è quindi una tradizione antica fautrice d’amore e di fertilità.

Biancheria rossa

Non è chiaro da dove arrivi questa tradizione, ma visti i piacevoli risvolti non importa a nessuno. Ma giusto per fare un po’ di storia possiamo dire che già gli antichi Romani usavano abbigliamenti (anche intimi) rossi a Capodanno, ma per loro era un modo per allontanare la paura dal sangue e dalla guerra. Nella Cina degli imperatori a Capodanno lunghi striscioni di carta rossa venivano appesi alle pareti delle case, per augurare matrimoni e fertilità. Noi moderni abbiamo ripreso questa usanza ma per renderla davvero ‘utile’ è necessario ricordare due cose: la prima è che non vale comprarsi la biancheria rossa, bisogna averla in regalo. La seconda è che il primo dell’anno, indipendentemente dalla ‘maison’ che indossate, la biancheria va gettata via. Altrimenti è tutto, quasi, inutile.

Mangiare uva

Un po’ come il concetto di Movida, anche mangiare l’uva è una tradizione, che seppur molto antica, ha ripreso vigore negli ultimi anni grazie al Capodanno spagnolo. Ormai in tutte le piazze d’Italia dove si festeggia il Capodanno a mezzanotte, gli amanti si offrono 12 chicchi d’uva a vicenda proprio come ci hanno insegnato gli spagnoli che festeggiano Capodanno alla Puerta del Sol a Madrid. Mangiare l’uva a Capodanno, averla sulla tavola del Cenone, conservarne un po’ per l’anno nuovo è simbolo di abbondanza: un po’ come le lenticchie gli acini d’uva simboleggiano monete d’oro. Anche l’uva passa va bene, così come i semi del melograno.

Finestre e porte aperte

Una tradizione tipica delle zone della Russia, ma che ritroviamo anche nella nostra cultura popolare è quella di aprire due finestre e la porta di casa allo scoccare della mezzanotte. Aprire le finestre crea una corrente d’aria che spazza via gli spiriti maligni, mentre la porta aperta serve a far entrare gli spiriti buoni.

 

 


Pratichiamo!

IL CAPODANNO IN ITALIA

Name Email
1 out of 4
2 out of 4
3 out of 4

E nel tuo paese? Quando si festeggia il capodanno? Come si festeggia? Quali sono le usanze, i riti e tradizioni?

Scrivi un testo di circa 150 parole

4 out of 4

PARLARE DEL CAPODANNO

  • ORGANIZZARE IL CENONE DI CAPODANNO (il CENONE è la cena dell’ultimo giorno dell’anno)
  • CENARE A CASA DI AMICI
  • PASSARE LE FESTE IN FAMIGLIA
  • PASSARE IL CAPODANNO CON GLI AMICI
  • FARE UN VIAGGIO
  • BALLARE
  • MANGIARE
  • BERE
  • CANTARE
  • CAPODANNO: ULTIMO GIORNO DELL’ANNO E PRIMO GIORNO DELL’ANNO NUOVO

FRASI PRONTE DA USARE PER SCRIVERE UN MESSAGGIO DI AUGURI IN ITALIANO

  • Felice anno nuovo!
  • Buon anno!
  • Che l’anno nuovo sia ricco di tutto ciò che desideri!
  • Che l’anno nuovo ti permetta di realizzare tutti i tuoi desideri!
  • L’inizio di ogni anno ti porta ad un passo più vicino al raggiungimento dei tuoi sogni. Spero che quest’anno sia la svolta e che i tuoi sogni diventino finalmente realtà.
  • Caro amico, in questa gioiosa occasione di Capodanno, custodisci i nostri ricordi e senti il ​​calore dei miei desideri. Felice anno nuovo!
  • Per mettere fine a qualcosa di vecchio, dobbiamo iniziare una cosa nuova, augurandoti un cuore pieno di gioia anche se le parole qui sono poche. Un felice anno nuovo!
  • Possa tu essere benedetto abbastanza da passare questo nuovo anno con i tuoi genitori, amici, persone care. Sii grato e avrai solo buone cose che ti vengono in mente. Buon anno 2019!
  • Espandi i tuoi amici cerchi questo nuovo anno, incontra nuove persone, comunica e fai nuove amicizie. Si tratta di gioire e di dare il benvenuto al nuovo anno nella grandiosità.
  • Nella dolce notte scintillante delle stelle, spera che tutte le tue aspirazioni si avverino. Possa ogni stella presente nel cielo, portare amore e allegria a te. Buon anno 2019!
  • Questo nuovo anno, guarda il mondo con una prospettiva positiva, pronuncia il tuo cuore con fiducia, ascolta gli altri e la tua voce interiore e sarai sulla strada giusta nella direzione giusta.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.