fbpx

CIAO BELLA!

Ciao!

Anche in questa lezione impariamo qualcosa di nuovo: i significati del saluto “Ciao bella”.

Sei pronto?

Iniziamo!



SUGGERIMENTO: ascolta il podcast, leggi i contenuti della lezione, leggi il testo e fai gli esercizi. Sei qui per migliorare, imparare, ripassare… sfrutta al meglio questa opportunità! 😉

OBIETTIVO: imparare le forme di saluto formali e informali.


LABORATORIO DI ASCOLTO

“Ciao bella!” è una forma di saluto più usata dagli stranieri che dagli italiani.

 


CIAO BELLA!

CIAO TESORO!

CIAO CARA!

CIAO AMORE!

sono formule di saluto informali e amichevoli.


ESPRESSIONI NUOVE!

 

DI FIDUCIA

-Una persona della quale ci fidiamo

Il parrucchiere di fiducia

Il pizzaiolo di fiducia

Il macellaio di fiducia

-Quando voglio mangiare una buona pizza, vado dal mio pizzaiolo di fiducia.

MANCARE DI RISPETTO

-Non mostrare la dovuta deferenza

Se saluti una persona che non conosci con un “ciao bella!” le manchi di rispetto

 

PER OBBLIGO  qualcosa che dobbiamo fare OBBLIGATORIAMENTE

usiamo anche l’espressione PER FORZA \ ESSERE OBBLIGATO

-Devi studiare per forza?

-Dobbiamo studiare obbligatoriamente;

PER +  obbligo, amore, soldi, convenienza, \ + VERBO ALL’INFINITO

Usiamo la preposizione PER per indicare CAUSA, FINE, SCOPO

-Vado a Milano per lavoro;

-Lavoro solo ed esclusivamente per soldi;

-Mi sposo per soldi.


 

PRENDERE CONFIDENZA = familiarità, fiducia

-Ho preso confidenza con la lingua italiana;

-Io e il nuovo capo abbiamo preso un po’ di confidenza.

PRENDERSI DELLA CONFIDENZA= trattare con poco rispetto, dire cose o compiere atti non convenienti verso una persona:

-giovanottonon si prenda troppe confidenza!

ESSERE IN CONFIDENZA = avere fiducia, familiarità

-Io e Paolo siamo in confidenza.

VECCHIOTTE 

Diminutivo di vecchie 

VEZZEGGIATIVO \ DIMINUTIVO = aggettivo – che tende a vezzeggiare\ diminuire

amore- amorino;

Tesoro- tesorino, tesoruccio;

Farfalla- farfallina.

NOMIGNOLO = soprannome scherzoso spesso formato sulla deformazione del nome

Tesoruccio mio;

Pulcino mio.


VOCABOLARIO

NUBILE = stato civile della donna che non è sposata.

CELIBE = stato civile dell’uomo che non è sposato.


 

 





PRATICHIAMO!

This quiz is for logged in users only.



 

+ cultura: il 25 aprile

Il 25 aprile

LEGGI IL TESTO

Il 25 aprile è la festa della Liberazione dal nazifascismo, giorno che viene festeggiato ogni anno in tutta Italia con eventi, concerti e manifestazioni. Una festa per ricordare un passato orribile terminato 72 anni fa.

l 25 aprile 1945 segna la vittoria della Resistenza Italiana sui nazifascisti . Quel giorno la città di Milano, sede del comando partigiano, insorge e prende il sopravvento sui fascisti. Anche Torino viene liberata. Ormai la maggior parte d’Italia è liberata e la guerra è sta per finire. Il 28 aprile Mussolini verrà catturato e giustiziato.

I tedeschi si arrenderanno l’8 maggio, mentre i giapponesi lo faranno il 2 settembre di quello stesso anno.

La Resistenza, insieme agli Alleati, ha combattuto a lungo per sconfiggere i fascisti e i nazisti: persone di tutte le estrazioni sociali e di varie vedute politiche si sono unite per ribellarsi alla dittatura. La loro lotta si è tradotta in una vera e propria guerra civile che da una parte vedeva gli italiani fascisti e dall’altra gli antifascisti.

Chi combatteva nella Resistenza era un partigiano: i partigiani non erano un esercito vero e proprio, ma erano civili che si armavano come potevano e si riunivano in gruppi per attaccare in ogni modo il nemico. Le loro azioni si affiancavano a quelle consistenti degli eserciti alleati e uniti riuscirono a vincere.

 

I partigiani e tutte le parti che si opponevano ai nazifascisti (cattolici, comunisti, liberali, socialisti, azionisti, monarchici, anarchici) erano riuniti nel Comitato di Liberazione Nazionale . Dopo la guerra, questo Comitato partecipò attivamente alla nascita della Repubblica.

 Grazie alla lotta unita fra tutti gli oppositori al fascismo, si è riusciti a ribaltare la dittatura e a porre le basi per uno stato democratico. Le radici della Repubblica Italiana sono da rintracciare proprio nella Resistenza: l’Assemblea Costituente (l’assemblea che scrisse la nostra Costituzione) fu in massima parte composta da esponenti dei partiti che avevano dato vita al CLN, i quali scrissero la Costituzione fondandola sulla sintesi tra le rispettive tradizioni politiche ed ispirandola ai princìpi della democrazia e dell’antifascismo.

Ogni anno è importante festeggiare la libertà e la democrazia conquistate in quella giornata . Un modo molto bello di festeggiare è andare nei cortei che manifestano nelle varie città italiane. In strada le persone cantano, sventolano bandiere e celebrano con gioia e allegria la liberazione.

 

In queste manifestazioni si possono ancora trovare (ma purtroppo sempre di meno!) i partigiani. Bambini, donne e uomini camminano a fianco di questi vecchietti arzilli e fieri che hanno combattuto per permettere a tutti noi di avere una vita migliore. Non a caso le persone in strada stringono loro la mano e li applaudono per ringraziarli. È un momento molto commovente ed emozionante.

Oltre alle manifestazioni si possono seguire alcuni gruppi che vanno nei luoghi storici della città per sostituire le corone di alloro commemorative per i caduti della guerra . Non solo si possono incontrare i familiari di chi ha partecipato in prima persona alla Resistenza, ma si possono anche scoprire monumenti e luoghi dove si è scritta la storia del nostro Paese . Magari ce n’è uno vicino a casa vostra e non ve ne siete mai accorti!

Insomma, non ci resta che augurarvi un bellissimo settantesimo anniversario del 25 aprile con la canzone storica dei partigiani, Bella ciao , reinterpretata dal gruppo Modena City Ramblers : una canzone triste cantata, questa volta, con allegria. Buona festa della Liberazione a tutti!

TRATTO DA: http://www.focusjunior.it/scuola/storia/25-aprile-w-la-festa-della-liberazione


1. LABORATORIO LINGUISTICO?️ (CONVERSAZIONE)

ESERCIZIO

  1. DOPO AVERE LETTO IL TESTO ANNOTTA TUTTE LE PAROLE E LE ESPRESSIONI CHE NON CAPISCI (DISCUTERAI DI ESSE DURANTE LA TUA PROSSIMA LEZIONE SKYPE);
  2. PREPARA UNA PRESENTAZIONE ORALE RISPONDENDO A QUESTE DOMANDE: -Che cosa è successo il 25 Aprile del 1945? Perché gli italiani festeggiano questa ricorrenza?

PREPARA LA TUA PROVA DI CONVERSAZIONE

1. RICORDATI CHE QUANDO PARLI DEL PASSATO (fatti accaduti e ormai conclusi) DEVI USARE: PASSATO REMOTO o PASSATO PROSSIMO:

“Nel 1945 ci fu la guerra”

“Nel 1945 c’è stata la guerra”


?Consiglio:

Se vuoi parlare un italiano davvero eccellente, quando parli di fatti storici, usa il passato remoto.


2. CHE COSA è SUCCESSO?

A QUESTA DOMANDA RISPONDIAMO:

-è successo che \ successe che…

“è successo che gli americani hanno invaso la Libia”

“successe che gli americani invasero la Libia”

-C’è stato \ ci fu…

“Ci fu l’invasione della Libia da parte degli americani”

“Nel 1914 c’è stata l’invasione della Libia da parte degli americani”


2. ASCOLTA, PRATICA…

“Esecuzioni, torture, stupri Le crudeltà dei partigiani

La Resistenza mirava alla dittatura comunista. Le atrocità in nome di Stalin non sono diverse dalle efferatezze fasciste. Anche se qualcuno ancora lo nega…”

VOCABOLARIO

 

EFFERATEZZE: particolare ferocia, crudeltà, violenza dura, violenza atroce

“Siamo stanchi delle efferatezze che tutti i giorni dobbiamo subire”

A CONTI FATTI: considerando tutti i fatti accaduti

“A conti fatti mi resi conto che avevo sbagliato”

ECCESSI: quantità eccessiva

“C’è un eccesso di potere, dobbiamo fermarlo”

ABERRAZIONI: deviazione da un principio costituito, da una norma, dalla normalità

“è un uomo capace di qualsiasi aberrazione”

NEGARE: dichiarare che un fatto non è vero

“Hanno negato di essere stati violenti”

BUGIARDA \o \ i \ e: qualcuno che non dice la verità, una persona che dice menzogne, una persona che dice bugie

“I politici sono tutti bugiardi”


3. LABORATORIO LINGUISTICO ?️ (CONVERSAZIONE)

PREPARATI PER LA TUA PROSSIMA LEZIONE SKYPE

ESERCIZIO 

  1. DOPO AVER ASCOLTATO BENE IL PODCAST, PREPARA UNA LISTA DI TUTTE LE PAROLE E DI TUTTE LE ESPRESSIONI CHE PER TE SONO NUOVE E DELLE QUALI NON SAI IL SIGNIFICATO (PARLERAI DI ESSERE CON LA TUA INSEGNANTE DURANTE IL VOSTRO PROSSIMO INCONTRO).
  2. PREPARA UNA PRESENTAZIONE ORALE RISPONDENDO A QUESTE DOMANDE: “Di che cosa si parla nel podcast?” – “Quali sono gli aspetti negativi della resistenza?”

PER PARLARE…

Per preparare la tua presentazione puoi usare queste espressioni:

Il podcast parla di…

Nel podcast si parla di…

Esempi:

Il podcast parla di cucina vegetariana;

Nel podcast di oggi si parla di cucina vegetariana.


Quando dobbiamo dire di che cosa si parla precisamente e quando dobbiamo dire qual è l’argomento (aspetto, fatto) più importante:

METTERE IN LUCE

“Nel podcast di oggi si mettono in luce gli aspetti negativa della lotta partigiana”

METTERE L’ACCENTO SU

“Nel podcast di oggi si mette l’accento sugli aspetti negativa della lotta partigiana”

EVIDENZIARE

“Nel podcast di oggi si evidenziano gli aspetti negativa della lotta partigiana”

EMERGERE

“Nel podcast di oggi emergono gli aspetti negativa della lotta partigiana”


 

+ italiano: augurare \ augurarsi

Ciao!

In questa lezione impareremo a usare i verbi augurare e augurarsi e usarli con il congiuntivo.


AUGURARE + PRONOME INDIRETTO

Manifestare (esprimere, dimostrare) a qualcuno il desiderio che accada qualcosa di favorevole o che qualcosa si compia lietamente:

-Augurare buone feste;

-Augurare buone vacanze;

-Gli auguriamo di trovarsi bene;

-Le auguriamo di avere un buon parto.


AUGURARSI + PRONOME DIRETTO DOPPIO

-Spero che tutto vada bene, sono molto preoccupato.

Te lo auguro, vedrai che andrà tutto bene (che cosa? che tutto vada bene).

-Giuseppe si augura di trovare presto un buon lavoro.

Glielo auguriamo anche noi, poverino, è da tanto che aspetta.


 

AUGURARSI

Sperare per sé o per altri:

Io mi auguro

tu ti auguri

Lui si augura

Lei si augura

Noi ci auguriamo

Voi vi augurate

Loro si augurano

 

-Mi auguro di essere promosso;

-Ti auguro di guarire presto;

-Si augura di vederci presto.


AUGURARSI + CHE + CONGIUNTIVO

-Mi auguro che tutto vada bene;

-Ti auguro che l’esame sia andato bene;

-Ci auguriamo che i nostri figli si sposino presto;

-Vi auguriamo che le vostre figlie guariscano presto.


AUGURARSI + DI + VERBO ALL’INFINITO

-Mi auguro di arrivare in orario;

-Ci auguriamo di tornare presto;

-Si augura di trovare un buon lavoro;

-Vi augurate di trovare un buon marito.


Possiamo esprimere le stesse idee con i verbi: sperare, desiderare, auspicare:

  • Spero che i miei figli trovino un buon lavoro;

DESIDERARE + CHE + CONGIUNTIVO

-Desidero che i miei figli si sposino presto;

-Desidero che tu sia felice;

-Desidero che mio marito torni presto a casa.

DESIDERARE + VERBO ALL’INFINITO

-Desidero dimagrire;

-Desidero avere una casa più grande;

-Desidero un figlio;

-Desidero sposarmi.

AVERE IL DESIDERIO DI + VERBO ALL’INFINITO

-Ho il desiderio di dimagrire;

-Ho il desiderio di mangiare una buona pizza;

-Abbiamo il desiderio di vedervi.


Leggi il testo…

“Una lettera di una mamma a suo figlio”

Dedicato (non solo) a te… Dolcissimo tesoro mio, ti auguro di entrare da quel portone portando con te tutto il tuo entusiasmo e la tua fantasia e che loro possano colorare l’aula in cui siederai; non importa se sarai timido, credimi, la tua timidezza è un dono, ricordalo! Ti auguro di potere sentire il profumo delle merende, l’odore delle gomme e di incantati dinnanzi a un’illustrazione del tuo primo libro di lettura, perché saranno i tuoi ricordi, parte della tua storia. Ti auguro di sentire il piacere di scrivere sulla lavagna e non importa se scriverai facendo errori, perché se corretti e compresi gli errori non si commettono più con facilità …ti auguro di incrociare lo sguardo del tuo migliore amico e anche quello che un migliore amico non è riuscito ad averlo perché aspettava proprio il tuo… Ti auguro di provare il brivido d’essere il capo fila della tua classe per fare il capo treno del futuro e ti auguro d’essere l’ultimo della fila perché è bello seguire il futuro… Ti auguro di scrivere il tuo nome dritto dentro al rigo ma di saperlo fare uscire quando non ti piacerà ciò che gli altri fanno. Ti auguro di imparare a scrivere parole difficilissime, anche se senza doppie, ma fondamentali nel lessico del cuore, come coerenza, scusa, grazie, cambiamento… Ti auguro di perdere, perché le vittorie, che arriveranno, avranno un sapore unico, il tuo. Ti auguro di smarrire tra i banchi gli egoismi, la competitività e l’indifferenza e di trovare al posto loro l’accoglienza dell’altro e tu mi raccomando impegnati a cercarla! Ti auguro di conoscere tutte le sfumature di colori, comprese quelle della pelle, perché la pelle è di tinta neutra, ma può diventare di mille colori se ci si vuol bene! 

Mi auguro che sia un anno bello per tutti…

Auguri figlio mio!


Ascolta il podcast

“Ti auguro di essere felice, ma non più di me”


Pratichiamo!

AUGURARSI

Name Email

AUGURO A MIO FIGLIO CHE TUTTO VADA BENE

1 out of 8

MI AUGURO CHE DOMANI CI SIA BEL TEMPO, VORREI ANDARE AL MARE.

2 out of 8

SELEZIONA LA RISPOSTA CORRETTA

3 out of 8

SELEZIONA LA RISPOSTA CORRETTA

4 out of 8

SELEZIONA LA RISPOSTA CORRETTA

5 out of 8

SELEZIONA LA RISPOSTA CORRETTA

-Mio figlio domani farà l'esame di laurea, spero che tutto vada bene

6 out of 8

SELEZIONA LA RISPOSTA CORRETTA

-Domani sarà il mio primo giorno di scuola, mi auguro di non arrivare in ritardo

7 out of 8

CHE COSA TI AUGURI PER IL FUTURO DEI TUOI FIGLI?

Scrivi un testo di almeno 120 parole

(se non hai figli crea il testo con un po' di fantasia)

8 out of 8

+ italiano: in libreria

PODCAST

Maria va in libreria per comprare dei libri:

 

CHE LIBRI LEGGI?

-Generalmente leggo romanzi d’amore;

-Leggo romanzi fantastici.

CHE LIBRI MI CONSIGLI DI LEGGERE?

-Ti consiglio di leggere il libro di Fabio Volo.

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

-Non ho un genere preferito;

-Il mio genere preferito è il fantasy.

QUAL È IL TUO AUTORE \ SCRITTORE PREFERITO?

-Il mio autore preferito è Fabio Volo.

IL LIBRO + DI + NOME DELL’AUTORE

-Hai letto il nuovo libro di Chiara Gamberale?

IL LIBRO + SCRITTO DA + NOME DELL’AUTORE

-Il libro è scritto da Chiara Gamberale.

SCEGLIERE UN LIBRO

-Scegli il tuo libro preferito;

-Scegli il tuo autore preferito.

IL MIO LIBRO PREFERITO + ESSERE + TITOLO

-Il mio libro preferito è “Io non ho paura”.

 

GENERE LETTERARIO

GENERE SENTIMENTALE \ D’AMORE

GENERE EROTICO

GENERE UMORISTICO

GENERE GIALLO

GENERE STORICO

GENERE FANTASTICO (FANTASCIENZA E FANTASY)

GENERE HORROR (paura)

GENERE AUTOBIOGRAFICO

GENERE FIABESCO

POESIA

LETTERATURA PER RAGAZZI

LETTERATURA PER BAMBINI (letteratura per l’infanzia)

 

LIBRI DIDATTICI

LIBRO DI STORIA

LIBRO DI SCIENZE

LIBRO DI GEOGRAFIA

LIBRO DI LETTERATURA

LIBRO DI ITALIANO

LIBRO DI MATEMATICA


Vocabolario utile

Il titolo: Io non ho paura

I capitoli: tutti i libri sono divisi in capitoli. Ciascuna delle parti, più o meno ampie, in cui è diviso un libro, un racconto.

Картинки по запросу indice libroL’indice: elenco dei capitolo con il numero delle pagine

Картинки по запросу pagine del libroLe pagine: le pagine compongono il libro

La copertina: la copertina è la parte esterna di un libro, di una rivista, di un quaderno, di un’agenda o di un disco solitamente formata da carta o cartoncino più spessi dei fogli interni.

L’autore: è colui che ha scritto il libro.

La casa editrice: impresa commerciale che si occupa della pubblicazione e della divulgazione di libri, riviste ecc.: casa editrice scientifica, scolastica.

Espressioni utili:

-ESSERE IN OFFERTA

Prodotti venduti con a un prezzo inferiore, diciamo anche ESSERE SCONTATO:

-Questi libri sono in offerta, costano solo 5,00 euro;

ESSERE SCONTATO + DEL + 20,30,40 % (% si legge percento)

-Questi libri sono scontati del 20%;

Похожее изображениеCONFEZIONE REGALO

modo in cui una merce viene sistemata per essere conservata, trasportata o venduta:

-Vuole la confezione regalo?

-Faccio una confezione regalo?

CURIOSITÀ

Due nuovi modi di dire

ESSERE SCONTATO: evidente, ovvio

-È scontato che se mi sposerò tu sarai invitato alla festa ⇒ è ovvio che quando mi sposerò tu sarai invitato alla festa.

DARE PER SCONTATO: per sicuro, per certo

-Diamo per scontato l’apprendimento della lingua italiana con un corso annuale ⇒ è sicuro che se studi per un anno apprendi la lingua italiana.


Pratichiamo!

This quiz is for logged in users only.



 

+ cultura: la festa della donna

“La diffe​renza tra uo​mo e don​na è epigenetica, ambientale. Il capitale cerebrale è lo stesso: in un caso è stato storicamente represso, nell’altro incoraggiato. Così pure tra po​poli. È sempre un dato culturale.” ​
Rita Levi-Montalcini

 

L’8 marzo si festeggia “la festa della donna”.

L’iniziativa di celebrare la giornata internazionale della donna fu presa per la prima volta nel febbraio del 1909 negli Stati Uniti su iniziativa del Partito socialista americano. L’anno seguente, nel 1910, l’iniziativa venne raccolta da Clara Zetkin a Copenaghen durante la Conferenza internazionale delle donne socialiste.

Dai documenti del congresso non risultano chiare le motivazioni che spinsero alla scelta proprio di quella data. In realtà fino al 1921 i singoli Paesi scelsero giorni diversi per la celebrazione.

Durante la Seconda conferenza delle donne comuniste a Mosca (1921), viene confermata come unica data per le celebrazioni l’8 marzo in ricordo della manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo nel 1917.

FALSI STORICI. In alcuni Paesi si fa invece riferimento a un episodio in cui alcune operaie americane, chiuse in fabbrica dal padrone perché non partecipassero a uno sciopero, persero la vita a causa di un incendio nel 1857. In Italia e altri Paesi si è fatto spesso riferimento a  un rogo del 1911 a New York, nel quale persero la vita 134 donne. La leggenda narra che avvenne in una fabbrica di camicie – peraltro inesistente – l’8 marzo. In realtà l’incendio avvenne in febbraio e a seconda dei Paesi cambiano le date, i luoghi e il numero delle vittime.
Secondo Tilde Capomazza e Marisa Ombra, che nel libro 8 marzo (Utopia) hanno studiato le origini della celebrazione, le motivazioni date nel ’21, troppo legate a un preciso momento politico, vennero presto abbandonate e sostituite da eventi più simbolici.

LA MIMOSA PER LA FESTA DELLE DONNE. La scelta della mimosa risale invece al 1946: le organizzatrici delle celebrazioni romane cercavano infatti un fiore che fosse di stagione e che costasse poco, e lo trovarono appunto nella mimosa.

La Giornata internazionale della donna (comunemente definita Festa della donna) ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto e sono ancora, in tutte le parti del mondo. Questa celebrazione si tiene negli Stati Uniti a partire dal 1909, in alcuni paesi europei dal 1911 e in Italia dal 1922.

adattato da Focus


Cosa fanno le donne in questo giorno?

Dipende, ci sono donne che non festeggiano questa ricorrenza, altre vanno a mangiare una pizza con le amiche, altre fanno un viaggio. Questa giornata è diventata un’opportunità per riposarsi e regalarsi qualcosa.

Chi è sposata o fidanzata riceve in dono qualcosa: fiori, gioielli, viaggi ecc ecc. Le donne single si regalano qualcosa: un viaggio, un gioiello ecc ecc.

LEGGI IL TESTO: che cosa farà Marta per la festa della donna?

Quest’anno voglio fare qualcosa di diverso. Organizzerò un fine settimana in una SPA per passare qualche giorno con le mie amiche. Il programma? Dedicre un po’ di tempo a noi stesse, prenderci cura del nostro corpo, rilassarci e non pensare a niente.

Ho pensato di prenotare due giorni nella SPA La bella vita. Il programma che offrono e interessante: 2 gioni e 2 notti in albergo, colazione, pranzo e cena, compresi i percorsi comuni della SPA, tutto a un prezzo base di 280 euro a persona.

Io non voglio fare solo il percorso base, aggiungerò un trattamento viso, un massaggio con pietre calde, la ceretta e una bella manicure. Le mie amiche non so che cosa faranno, penso che sceglieranno quando saremo lì.

 


Vocabolario podcast

CERCARE SU GOOGLE

-Ho cercato su google

FARE UNA RICERCA SU GOOGLE

-Ho fatto una ricerca su google

CERCARE QUALCOSA D’INTERESSANTE

-Cerco qualcosa d’interessante

OFFERTE PER LA FESTA DELLA DONNA

-C’è un’offerta per la festa della donna, Natale, Pasqua

FARE UN SOGGIORNO ALLE TERME

-Abbiamo fatto un soggiorno alle terme

CHE COSA FARE PER LA FESTA DELLA DONNA

-Che cosa avete fatto per la festa della donna?

OFFERTA SPECIALE DI DUE NOTTI

-Offerta speciale di due notti, tre notti, 1 settimana

PACCHETTO BASE = che include l’essenziale

-Abbiamo trovato un pacchetto base

PERCORSI LIBERI = puoi fare tutti i trattamenti che vuoi.

PRENDERSI CURA DI SÉ \ PRENDERSI CURA DEL PROPRIO CORPO

-Per prenderti cura di te dovresti fare qualche massaggio;

-Per prendermi cura di me una volta al mese vado alle terme;

-Luana è una donna molto trasandata, non si prende cura di sé;

Il contrario di prendersi cura di sé è trascurarsi, non prendersi cura di sé.

Trasandato= disordinato, trascurato


Per prendersi cura del proprio corpo possiamo andare in un centro benessere per fare dei trattamenti:

Картинки по запросу centro benessere CENTRO BENESSERE

TRATTAMENTO VISO \ CORPO

Indica in generale tutti i trattamenti corpo\viso: ceretta, sauna, pedicure ecc ecc

-Io farò un trattamento viso e un trattamento corpo

Похожее изображениеTRATTAMENTO BENESSERE

Картинки по запросу FARE LA CERETTAFARE LA CERETTA

Картинки по запросу MANICUREFARE LA MANICURE

Картинки по запросу FARE LA PEDICUREFARE LA PEDICURE

Картинки по запросу fare la saunaFARE LA SAUNA

 

Картинки по запросу trattamenti corpoFARE I MASSAGGI

MASSAGGI DRENANTI

MASSAGGI ANTI-CELLULITE

Картинки по запросу trattamenti corpoFARE I FANGHI

Картинки по запросу FARE LA LAMPADA FARE LA LAMPADA

Картинки по запросу centro benessere FARE L’IDROMASSAGGIO


Pratichiamo!


 

+ vocabolario: azioni giornaliere

AVERE RIFATTO IL LETTO:

-Ieri ho rifatto il letto.

ESSERE ANDATO:

-Sono andato a scuola.

ESSERE ARRIVATO A CASA, IN UFFICIO, AL LAVORO

-Sono arrivata a casa.

AVERE FATTO I COMPITI

-Io ho fatto i compiti.

AVERE GIOCATO A VIDEOGIOCHI:

-Ho giocato a videogiochi.

AVERE GIOCATO A PALLONE:

-Ho giocato a pallone.

AVERE ASCOLTATO MUSICA:

-Ho ascoltato musica.

ESSERE USCITO CON GLI AMICI:

-Sono uscito con gli amici.

AVERE LETTO UN LIBRO:

-Ho letto un libro.


AVERE FATTO LA COLAZIONE:

-Ho fatto la colazione;

AVERE PRANZATO:

-Ho pranzato;

AVERE CENATO:

-Avete cenato.

AVERE CUCINATO:

-Hanno cucinato.

AVERE STUDIATO:

-Abbiamo studiato.

AVERE PORTATO A SPASSO IL CANE:

-Abbiamo portato a spesso il cane.

AVERE FATTO ACQUISTI:

-Hai fatto acquisti.

AVERE LETTO IL GIORNALE:

-Ho letto il giornale.

AVERE FATTO LE PULIZIE:

-Ho fatto le pulizie.


Leggi i testi

PRESENTE INDICATIVO = per descrivere cosa fai generalmente

La giornata di Francesca

La mattina mi alzo alle 7:00, rifaccio il letto, faccio colazione e vado a scuola. Non mi piace andare a scuola, infatti non vedo l’ora di uscire. Quando esco da scuola ritorno a casa e finalmente ascolto musica ed esco con i miei amici.

La giornata di Luca

La mia giornata inizia sempre con una buona colazione. Poi faccio la doccia, ascolto un po’ di musica e mi vesto. Vado al lavoro, studio molto e all’una vado via per andare a casa. Quando rientro a casa c’è mia moglie che cucina, mentre lei cucina io leggo il giornale, oppure faccio le pulizie. Quando il pranzo è pronto io e mia moglie ci sediamo a tavola e mangiamo insieme. La sera andiamo a fare un giro, portiamo il cane a spasso e facciamo acquisti.

PASSATO PROSSIMO = descrivere che cosa hai fatto ieri, stamattina, stasera, mercoledì scorso, in generale un giorno del passato.

La giornata di Nada

Ieri mi sono alzata alle 7:00 mi sono lavata, mi sono vestita, ho preparato la colazione e ho mangiato insieme ai miei bambini. Ho accompagnato loro a scuola, sono ritornata a casa e ho fatto la mia lezione d’italiano. Quando ho finito la lezione, ho rifatto i letti, ho pulito e sistemato la casa. Mio marito è andato a prendere mio figlio alle 13:30. Nel frattempo io sono andata alle poste per ritirare una raccomandata. Sono ritornata a casa, ho preparato il pranzo e abbiamo mangiato tutti insieme. Alle 16:00 ho preso mia figlia da scuola. Ho fatto la spesa e siamo ritornati a casa.


 

Espressioni utili

FARE ACQUISTI= comprare abbigliamento, arredamento, tecnologia, ecc;

-Mia moglie e io facciamo acquisti;

-Mia zia e io abbiamo fatto acquisti online;

-Piero e io abbiamo fatto acquisti per la casa. Abbiamo comprato due sedie nuove, un tavolo e due tende.

FARE LA SPESA = comprare alimenti;

-Ieri sera abbiamo fatto la spesa, abbiamo comprato: patate, pomodori, pane, sale e zucchero.

DURANTE, MENTRE = nel tempo in cui, nel momento in cui;

-Mentre io faccio acquisti mio marito lavora;

-Durante la lezione ascolto la musica;

OPPURE = o

-Vuoi una mela oppure una pera?;

-Vuoi dello zucchero oppure del sale?;

INSIEME = compagnia, unione, unità

-Marcella e io studiamo insieme;

-Io e mia madre facciamo le pulizie insieme.

 

PRATICHIAMO!

This quiz is for logged in users only.


+ società: whatsappiamo, messaggiamo

Whatsapp ha introdotto nella lingua italiana un nuovo termine usato soprattutto dai giovani: Whatsappare.

Attenzione, è un termine molto usato dai giovani che ancora non appare nel dizionario di lingua italiana. Essendo un termine legato alla famosissima applicazione per cellulari, probabilmente sarà destinato a scomparire, non appena apparirà un’altra applicazione, più funzionale, più tecnologica e senza ombra di dubbio più alla moda.

In questa lezione impareremo la terminologia legata ai cellulari e alla messaggistica istantanea.


Messaggiarsi: è un verbo di uso comune. Usato soprattutto dai giovani e in ambito informale. Inviare messaggi via Whatsapp, messenger, skype ecc. Termine da evitare in situazioni formali.

 

Whatsappare: è un verbo di uso comune. Usato soprattutto dai giovani e in ambito informale ⇒ inviare messaggi via whatsapp. Termine da evitare in situazioni formali.

 

INVIARE MESSAGGI , REGISTRAZIONI VOCALI, FOTO, VIDEO

-Francesca mi ha inviato una foto su Whatsapp;

-Giuliana e Paolo mi hanno inviato un video su Whastapp.

RICEVERE MESSAGGI, REGISTRAZIONI VOCALI, FOTO, VIDEO

-Ho ricevuto un messaggio vocale su Whatsapp.

Inviare le faccine (emoticon)

Emoticon in italiano si dice faccine (faccina al singolare)

-Giuseppe è a casa che sta studiando, mi ha appena inviato la faccina disperata

☺️  ☹️


Terminologia Whatsapp

IL SIGNIFICATO DELLE SPUNTE

1. v, una spunta verde/grigia -> indica che il messaggio è stato inviato correttamente (ma non ricevuto).

2. vv, due spunte verdi/grigie -> indicano che il messaggio è stato ricevuto dal destinatario (ma non letto).

3. vv, due spunte blu -> indicano che il messaggio è stato letto. E’ il cosiddetto “doppio controllo” (o double check, in inglese) che segnala la conferma di avvenuta lettura.

I tipi di spunte presenti su WhatsApp

This quiz is for logged in users only.


+ tradizioni: il carnevale in Italia

I CORIANDOLI

LE STELLE FILANTI

LA MASCHERA DI CARNEVALE

IL VESTITO DA CARNEVALE

 

Espressioni

 

Travestire, travestirsi

-A carnevale mi travesto da Arlecchino.

Vestire, vestirsi

-A carnevale mi vesto da Pulcinella.

Mascherare, mascherarsi

Come ti mascheri?

-Mi maschero da Pulcinella.

Da che cosa ti vesti? 

-Mi vesto da Pulcinella.

 

AVERE + ORIGINI + AGGETTIVO (PLURALE)

LIGURIA⇒ LIGURE = Ha origini liguri (ligure = singolare \ liguri = plurale)

ROMA ⇒ ROMANO = Ha origini romane

SICILIA ⇒ SICILIANO = Ha origini siciliane

MILANO ⇒ MILANESE = Ha origini milanesi

SARDEGNA ⇒ SARDO = ha origini sarde

ESSERE + DI + ORIGINE + AGGETTIVO (SINGOLARE)

LIGURIA⇒ LIGURE = è di origine ligure

ROMA ⇒ ROMANO = è di origine romana

SICILIA ⇒ SICILIANO = è di origine siciliana

MILANO ⇒ MILANESE = è di origine milanese

SARDEGNA ⇒ SARDO = è di origine sarda

NON CONOSCERE LE ORIGINI \ ORIGINI SCONOSCIUTE

QUANDO NON SI CONOSCONO LE ORIGINI DI QUALCOSA

-Non conosciamo le origini di questo monumento.

-Questo monumento è di origini sconosciute.

CONTARE A RITROSO

Si dice anche “conto alla rovescia”. Significa contare dall’ultimo numero al primo: 10, 9, 8, 7…

LEGAME STRETTO

Un nesso, un collegamento, un rapporto molto forte, stretto, vicino:

-Il legame con le tradizioni antiche è molto stretto;

-Il legame tra madre e figli è molto stretto.

RAPPRESENTARE QUALCOSA\ QUALCUNO

-La maschera di Capita Spaventa rappresenta uno spadaccino;

-Il carnevale di Venezia rappresenta la tradizione veneziana.

FARSI RAGGIRARE da qualcuno

Ingannare, abbindolare:

-Paolo si è fatto raggirare dalla moglie, quella strega.

RAGGIRARE qualcuno

-Giuseppe raggira la moglie con le sue bugie.

ESSERE RAGGIRATO

-Gianna è raggirata dal marito, quell’imbroglione;

LASCIARSI RAGGIRARE

-Lui si lascia raggirare dal cugino, quell’uomo vigliacco e imbroglione.


Pratichiamo!

This quiz is for logged in users only.



  1. Pulcinella
  2. Arlecchino
  3. Balanzone
  4. Colombina
  5. Gianduja
  6. Pantalone
  7. Capitan Spaventa
  8. Brighella

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.