fbpx

Ciao!

In questa lezione impareremo:

la concordanza dei tempi nel futuro

 


Il futuro indica azioni che devono ancora avvenire.

Esistono due forme di futuro:

1) futuro semplice: indica un’azione che avverrà nel futuro.

2) futuro anteriore: indica un’azione che avverrà nel futuro, ma prima di un’altra azione anch’essa futura.


 Futuro semplice

– L’insegnante spiegherà la lezione

– Marco studierà ingegneria.

– Lei andrà a trovare i nonni.

– Mia sorella andrà a studiare a Roma.


Futuro anteriore

– Quando suonerà la campana, l’insegnante avrà già spiegato la lezione.

– Quando arriverai, mia sorella sarà già andata via.


ATTENZIONE!

Ricordati che esprimere azioni che avverranno in un futuro prossimo, o azioni future programmate, come a esempio orari del treno e programmazione cinematografica, si può usare anche il presente dell’indicativo.

– il treno parte alle sette in punto → azione futura resa con il presente dell’indicativo.

– il treno partirà alle sette in punto → azione futura resa con il futuro semplice.

 

 Le forme sono entrambe corrette, è importante sottolineare che nell’uso comune è più utilizzata la forma con il presente dell’indicativo → domani vado a Roma (per esprimere azioni che si svolgeranno in un futuro prossimo)


 Leggi il testo…

Intervista al laureato

Insegnate: Allora Gianna, tantissimi auguri per la tua laurea, adesso che cosa farai?

Laureato: Grazie, veramente non lo so, sono indecisa se andare a Roma per fare un master o se andare a Londra per lavorare. Ho fatto un colloquio su skype con una testata giornalistica molto importante. A dire il vero non mi aspettavo una loro risposta, invece mi hanno contattata, ho fatto il colloquio e hanno detto di essere interessati al mio profilo professionale.

Insegnate: Non avevo dubbi, hai un curriculum brillante, sapevo che ti avrebbero reclutata. Potresti andare a Londra, lavorare e studiare contemporaneamente. Secondo me rifiutare questo lavoro proprio ora non è una buona idea…

Laureato:Lo so, Lei ha ragione, ma non sono sicura di riuscire a studiare e lavorare contemporaneamente… quando avrò finito il master, andrò a Londra…

Insegnate: Lo so che non è semplice, però non sai se quando avrai finito di fare il master quel posto di lavoro sarà ancora disponibile.

Laureato: Lei ha proprio ragione, con la crisi che c’è, dovrei ritenermi molto fortunata, mi hanno chiamata subito…

Insegnate: Dovresti informarti sui master in giornalismo che ci sono adesso a Londra, ne cerchi uno simile a quello che vorresti fare a Roma e potresti studiare a Londra. Penso che sia la miglior scelta. Studierai, lavorerai e imparerai la lingua inglese… quale combinazione migliore?

Laureato: Ora ci penserò, anche mia madre mi ha suggerito di optare per Londra. Deciderò solo dopo che avrò trovato un buon master e solo dopo che avrò capito meglio le intenzioni della testata giornalistica… non vorrei che si trattasse di un lavoro part-time, poco retribuito o di un tirocinio. Non pretendo molto, non ho esperienza, ma non voglio andare a lavorare per pochi soldi, non riuscirei a campare.

Insegnate: Effettivamente non avevo preso in considerazione l’aspetto economico, ma non è detto che lo stipendio sia basso…

Laureato: Sì, non è detto che sia basso… contatterò l’azienda domani stesso, chiederò informazioni più dettagliate e cercherò un master interessante, a quel punto valuterò…

Insegnate: Bene, vedrai che andrà tutto bene…

Laureato: Speriamo!


Pratichiamo!

This quiz is for logged in users only.



 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.