fbpx

ASCOLTA IL TESTO

da Artist Name

Pratichiamo!

RISPONDI ALLE SEGUENTI DOMANDE

  1. Nel testo ci sono delle espressioni, delle parole o\e dei verbi che non conosci? Scrivili nel tuo quaderno di italiano, cerca il loro significato nel dizionario, infine scrivi una frase con ciascuno di essi;
  2. Ti piace il pane? Quanti tipi di pane esistono nel tuo paese?
  3. Hai mai mangiato uno dei tanti tipi di pane italiano? Se sì, quale?
  4. Che cosa si intende per pani speciali?

SCRIVI LE RISPOSTE NEL TUO QUADERNO DI ITALIANO, DURANTE IL TUO PROSSIMO INCONTRO CON L’INSEGNANTE DI ITALIANO LEGGERAI LE TUE RISPOSTE E DISCUTERETE INSIEME.

I VARI TIPI DI PANE IN ITALIA

pani tradizionali italiani sono di oltre 250 tipi diversi, con oltre mille varianti, che vanno dalle isole alle Alpi. Sono pani più o meno noti, confezionati da piccole comunità, cotti nel forno a legna, che varrebbe la pena conoscere e scoprire.
Le varietà di pane presenti nelle varie regioni italiane sono infatti molto numerose e in ogni area vengono impiegati gli ingredienti a disposizione. Ad esempio, nelle regioni del Meridione d’Italia viene impiegata, per la panificazione, la farina di grano duro che è tradizionalmente usata per la pasta. E’ un tipo di coltivazione meno diffusa perché richiede climi caldi ed è tipica delle regioni dove il clima è mite. Il pane preparato con la farina di grano duro ha una consistenza più leggera rispetto a quello confezionato con la farina di grano tenero. In Sicilia la superficie del pane di semola di grano duro viene aromatizzata con i semi di cumino, di sesamo o di anice. I semi di anice sono usati anche dai maestri fornai pugliesi per la preparazione dei taralli.
In altre regioni, come ad esempio in Lombardia, dove la risicoltura è praticata intensivamente, il pane di riso, leggero e morbido, viene preparato con la farina di grano tenero mescolata alla farina di riso, che gli conferisce una consistenza particolarmente leggera.
In altre zone dove è diffusa la coltivazione del mais, ad esempio nell’Emilia Romagna e in Lombardia, si usa tutt’ora preparare il “pane giallo“; certe panetterie lo propongono una volta alla settimana ed è fatto con un’alta percentuale di farina di mais, mescolata alla farina di grano. Il pane con le olive è una specialità tipica delle regioni mediterranee, soprattutto nel Sud Italia, e ora si è diffusa in tutto il territorio nazionale.
Il pane con la farina di segale è tipico delle regioni di montagna, poiché la segale è un cereale che per essere coltivato sopporta meglio un clima più freddo, per questa ragione il pane di segale è tipico della Valle d’Aosta, del Piemonte, del Trentino Alto Adige, e della Valtellina (in Lombardia).
Il pane preparato con la frutta come l’uva passa, i fichi secchi, le noci, il mosto d’uva quando è la stagione, è particolarmente energetico e adatto per la merenda e per la prima colazione.
Pani speciali vengono preparati per occasioni come la Pasqua, come per esempio in Umbria e in Basilicata, oppure per feste e matrimoni, come per esempio in Sardegna.

LESSICO

 

Nella vita quotidiana gli italiani che si recano nella panetteria vicino a casa, generalmente non conoscono i nomi di tutti i tipi di pane, allora i tipi di pane vengono nominati con il nome della loro forma, per esempio:

 

PANE

BAULETTO

TRECCIA

BASTONCINO O FILONE

PANE

BAULETTO

LA TRECCIA

FILONE O BASTONCINO

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Share This