fbpx

LA VITA DI PAOLA UNA MAMMA MODERNA

da Il presente indicativo usato per realtà e azioni abituali

COSA FARA' DOMANI PAOLA?

da Il presente indicativo usato per parlare dei propri piani

 

CIAO!

In questa lezione impariamo a formare e a usare il PRESENTE DELL’INDICATIVO.

I verbi italiani si dividono in tre gruppi o coniugazioni, che si distinguono per la terminazione dell’infinito presente:

 

I CONIUGAZIONE Verbi in ARE parlare
II CONIUGAZIONE Verbi in ERE vedere
III CONIUGAZIONE Verbi in IRE sentire

 

Verbi in ARE: Giocare, baciare, guardare.

verbi in ERE: Vedere, mordere, correre.

verbi in IRE: Aprire, divertire, dormire.


 

Il presente si forma togliendo le desinenze dell’infinito (are, ere, ire) e aggiungendo le desinenze del presente indicativo:

Parlare – parl – io parlo

Vedere – ved – io vedo

Sentire – sent – io sento

 

 

 

io parlo
tu parli
lui\lei parla
noi parliamo
voi parlate
loro parlano

io vedo
tu vedi
lui\ lei vede
noi vediamo
voi vedete
loro vedono

io sento
tu senti
lui\lei sente
noi sentiamo
voi sentite
loro sentono

Molti verbi in IRE presentano il suffisso – ISC – tra il tema del verbo e le desinenze nelle prime tre persone singolari e nella terza plurale.

Capire – cap – io capisco. Vedremo questi verbi in una prossima lezione. 

 

ATTENZIONE!

Alcuni verbi della I coniugazione terminano in – CARE – e – GARE –  per mantenere il suono duro aggiungono una h nella II persona singolare e nella I persona plurale.

 

Per esempio il verbo giocare:

io gioco; tu giochi; lui / lei gioca; noi giochiamo; voi giocate; loro giocano.

Altri verbi sono: cercare, pagare, pregare etc.


 

I verbi della I coniugazione che terminano in – CIARE – e – GIARE – perdono la del tema verbale quando nella desinenza c’è una i.

Per esempio il verbo mangiare:

Io mangio, tu mangi, lui / lei mangia, noi mangiamo, voi mangiate, loro mangiano.


 

Altri verbi sono: baciare, viaggiare, cominciare etc.

I verbi della II coniugazione che terminano in – CERE – e in – GERE – perdono il suono dolce davanti alla vocale o.

Per esempio il verbo leggere:

Io leggo, tu leggi, lui / lei legge, noi leggiamo, voi leggete, loro leggono.


 

Altri verbi sono: piangere, vincere etc.

Mantengono sempre il suono dolce, aggiungendo una i nella I persona singolare e nella III persona plurale, i verbi tacere, piacere e i suoi composti (compiacere, dispiacere).

Io taccio, tu taci, lui / lei tace, noi tacciamo, voi tacete, loro tacciono

Io piaccio, tu piaci, lui / lei piace, noi piacciamo, voi piacete, loro piacciono

 

USO DEL PRESENTE DELL’INDICATIVO

 

  • PER PARLARE DELLA REALTA’

Io sono italiana.

  • PER PARLARE DI AZIONI ABITUALI

La mattina vado sempre al lavoro

  • PER PARLARE DI AZIONI FUTURE SICURE E PROGRAMMATE

Oggi vado al mare

  • PER PARLARE DI AZIONI CHE SI SVOLGONO IN QUESTO MENTO, MENTRE PARLO

Che cosa fai? – Mangio una mela

 

 

LEGGI

Ciao a tutti, mi chiamo Siria, ho 27 anni e sono italiana.

Io parlo tre lingue: italiano, francese e inglese, ma capisco bene anche lo spagnolo.

Mia madre si chiama Paola, ha 61 anni ed è italiana.

Lei parla bene solo la lingua italiana, ma capisce anche l’inglese.

PRATICHIAMO!

Welcome to your PRESENTE INDICATIVO

Name Email
Select the correct family verbs
Select the correct family verbs
Select the correct form
Select the correct form
Select the correct form
Select the correct form
Select the correct form
Select the correct family verbs
Select the correct family name

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.