Ciao!

In questa lezione impareremo a usare:

  • i tempi del passato

 


 

In via del tutto generale, il passato si riferisce ad azioni che sono già avvenute rispetto al momento in cui si parla.

Nel modo indicativo esistono cinque tempi diversi con cui si può parlare di azioni passate:

 

  • Imperfetto → indica lo svolgersi di un’azione che perdura nel tempo.

 

es:  La madre preparava tutti i giorni il pranzo.

Azione completamente trascorsa e conclusa in un tempo passato.

 

  • Passato prossimo → indica un’azione compiuta in un tempo passato, ma ancora abbastanza vicino.

 

es: Questa mattina la madre ha preparato il pranzo.

 

L’azione è terminata, conclusa rispetto al momento in cui si parla, ma non è terminata da molto tempo.


 

 

  • Trapassato prossimo → indica un’azione passata, ma precedente ad un’altra azione passata.

 

es: La madre aveva preparato già il pranzo quando lei arrivò.

→                                                    →

Azione compiuta e conclusa in un tempo passato (aveva preparato), ma precedente ad un’altra azione passata (arrivò).

 


 

 

  • Passato remoto → indica un’azione svolta in un tempo passato e ormai trascorsa.

 

es: La madre preparò il pranzo.

 

Azione svolta nel passato, ormai conclusa.

 


 

  • Trapassato remoto → indica un’azione svolta in un tempo passato e precedente rispetto ad un’altra passata e completamente trascorsa.

 

es: Dopo che la madre ebbe preparato il pranzo, arrivò lei.

 

Azione che si è svolta in un tempo passato (ebbe preparato) precedente ad un altra completamente conclusa (arrivò).

 


Concordanza dei tempi = esempi

  1. Che cosa avete fatto ieri? Io ho lavorato tutto il giorno, mia moglie ha fatto la spesa, ha pulito la casa e ha preparato il pranzo = imperfetto + passato prossimo
  2. Quando ero bambino giocavo sempre a nascondino = imperfetto + imperfetto
  3. Mentre giocavo a nascondino mia madre preparava la cena = imperfetto + imperfetto ⇒ due azioni passate e concluse che si svolgevano abitualmente nel passato. Lo usiamo per descrivere azioni che si svolgevano nel passato (anche per descrizioni).
  4. Ieri mentre giocavo a nascondino mia madre preparava la cena imperfetto + imperfetto ⇒ due azioni passate e concluse che si sono svolte contemporaneamente in un passato recente.
  5. Quel giorno giocai a nascondino con lei e ci divertimmo molto = passato remoto + passato remoto ⇒ azione che si è svolta una volta, in un passato ormai remoto (passato). Descrizione di un momento.
  6. Quando i bambini finirono di giocare a nascondino si sedettero a tavola = passato remoto + passato remoto = azioni passate e concluse che sono accadute in un momento preciso del passato.
  7. I bambini avevano finito di mangiare quando io iniziai a leggere il giornale = trapassato prossimo + imperfetto = azione avvenuta nel passato prima di un’altra azione passata (l’azione che si è svolta prima è al trapassato prossimo, l’azione che si svolge dopo è all’imperfetto).
  8. Avevo appena finito di cucinare quando lui arrivò = trapassato prossimo + passato remoto ⇒ azione compiuta e conclusa in un tempo passato (aveva preparato), ma precedente ad un’altra azione passata (arrivò).
  9. Quando ebbi finito di giocare a nascondino gli dissi che ero molto stanco e volevo rientrare a casa ⇒ trapassato remoto + trapassato remoto + imperfetto + imperfetto (questa concordanza è spiegata meglio nella lezione dedicata al “discorso indiretto”.

Pratichiamo!

concordanza dei tempi nel passato

Name Email
Seleziona la risposta corretta:
Selezione la risposta corretta:
Seleziona la risposta corretta:
RISCRIVI IL TESTO USANDO IL "PASSATO PROSSIMO"

ATTENZIONE! ALCUNE FRASI NON POSSONO ESSERE CAMBIATE!

 




Quando ero piccola sono stata in Francia per ben tre volte. I miei genitori erano separati, sempre fuori per lavoro ed io vivevo con la mia carissima nonna materna che ora non c'è più.

Di tutte le volte che sono stata a Parigi quella che ricordo meglio è la seconda. Io avevo dodici anni, ero una ragazzina vivace e spensierata. Mia nonna che contava circa cinquant'anni in più di me, era allegra e pimpante. Lei è sempre stata così: una donna forte, allegra, determinata. Lei ha sempre affrontato la vita in modo naturale. Per lei un problema non era mai un problema, ma li chiamava avvenimenti della vita, cose normali che accadono e che bisogna affrontare.

Il giorno che arrivammo a Parigi, andammo a poggiare le valigie in albergo, facemmo una doccia, indossammo un abito comodo e andammo immediatamente a fare un giretto. Prima tapa: Torre Eiffel. La Torre Eiffel è un monumento storico, patrimonio dell'umanità, immensa, gigante, spettacolare, proprio come il Colosseo. Quando vedi la Torre Eiffel è come quando vedi il Colosseo. Resti senza fiato, e inizi a immaginare la storia, le vicende, quando è stata costruita, ti lascia senza fiato.

 


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.