fbpx

«La scuola non vuole fabbricare “scrittori”, ma educar giovani a essere
brava gente, che sappia bene le cose che ha studiato, che parli delle cose
che sa bene, che non dica venti parole dove cinque ne basterebbero, o si
sbrighi con cinque dove ce ne vorrebbero venti: che sappia pesare le
proprie forze e aver senso della propria responsabilità, così quando parla
come quando scrive; che abbia quella finezza e garbatezza di stile che
nascono dalla continua cura d’esser sobri, atti ad indurre in altri la
persuasione propria. Da una educazione simile usciranno da sé anche gli
scrittori, appunto perché non ci saremo proposti noi, intempestivamente,
di farli scrittori! ».
Giuseppe Lombardo Radice, nelle sue «Lezioni di didattica e ricordi di
esperienza magistrale», prima edizione, 1912.

 

COME SCRIVERE UN BUON TEMA

Tra i vari tipi di compiti scritti attualmente in uso, il tema è
quello più diffusoo. Un suo limite sta, per esempio, nella difficoltà di
individuare un chiaro destinatario, a differenza di altri testi scritti.

Fino ad oggi hai imparato a scrivere lettere (email) ad un amico, descrivere la tua famiglia, ma
scrivere un tema è in una situazione diversa. Il destinatario
reale è l’insegnante, il quale non solo leggerà il tema ma lo valuterà
assegnando un voto o un preciso giudizio.

Vediamo come scrivere un buon tema, qualunque sia il suo argomento.


Le regole

CENTRA BENE L’ARGOMENTO SENZA USCIRE FUORI TEMA: generalmente gli studenti, per riempire il foglio e far vedere che hanno scritto molto,  escono fuori tema ⇒ (USCIRE FUORI TEMA: scrivere cose che non hanno niente a che vedere con il tema di cui si sta parlando). Meglio scrivere poco e bene, che tanto e male. Il tuo testo deve essere coerente.

FAI UNA SCALETTA: prima di scrivere il tema raccogli le tue idee ⇒ (RACCOGLIERE LE PROPRIE IDEE: metti insieme le idee che ti vengono in mente sul tema di cui devi parlare). Fai una scaletta di ciò che vuoi scrivere

ESEMPIO DI SCALETTA

  • TEMA: parla della crisi economica
  • SCALETTA:
  • la crisi economica è iniziata nel…
  • ha coinvolto questi paesi…
  • le cause: le banche, il consumismo
  • le conseguenze: disoccupazione, etc
  • conclusioni: può contenere una supposizione, un pensiero personale circa l’argomento di cui si è parlato

SCRIVI FRASI BREVI MA CHIARE: evita di scrivere frasi troppo lunghe, rischi di scrivere periodi incomprensibili.

USA LA PUNTEGGIATURA: ormai pare che la punteggiatura sia fuori moda ⇒ (ESSERE FUORI MODA: qualcosa che non si usa fare). Le persone scrivono di fretta, male e soprattutto senza mai mettere un punto, una virgola. La punteggiatura è fondamentale.

USA GLI ACCENTI: anche gli accenti spesso sono dimenticati. Gli accenti sono importanti, non dimenticare mai di metterli, sia che tu scriva una lettera ad un amico, sia che tu scriva un tema per il tuo esame di italiano.

RILEGGI BENE QUELLO CHE HAI SCRITTO: molti studenti fanno errori di distrazione. Scrivono di fretta e hanno premura di consegnare. Questo comporta che non rileggono con calma quello che hanno scritto lasciando errori spesso elementari. Rileggere con calma il testo che abbiamo scritto è un ottima strategia per auto-correggere i tuoi errori.

 

ASCOLTA IL PODCAST

PRATICHIAMO!

|

 

ESERCIZIO 1

AMAAR HA SCRITTO UN TEMA PER IL SUO ESAME CILS

 

LEGGI IL TEMA

TRACCIA: La famiglia nella nostra società conosce profondi processi di trasformazione(aumento delle separazioni,innalzamento dell’età di formazione,unioni di fatto, PACS o DICO, unioni tra omosessuali…), spesso al centro del dibattito politico e culturale. Rifletti sul valore della comunità familiare ed esprimi i tuoi giudizi sul merito

La mia personale esperienza della famiglia non è quella classica di un uomo e una donna che si sposano. Infatti i miei genitori non sono sposati. Molti pensano che se la famiglia non è fondata sul matrimonio non sia una “vera famiglia”, ma io che ci vivo in prima persona non credo che sia vero, perché l’amore, l’affetto e il senso di protezione che ricevo dai miei “non sposati” genitori non è in alcun modo diverso da quello che può avere una persona, figlia di genitori sposati. E’ famiglia l’unione di due persone,uomo e donna, che con amore,costanza e determinazione si occupano l’uno dell’altro “per sempre”.

Ma purtroppo, da diversi anni il classico matrimonio che dura per sempre non è così più facile da trovare. Spesso ci si sposa con leggerezza senza pensare all’impegno che il matrimonio comporta. Spesso sono le donne, che essendosi emancipate, non sono più disposte a sottomettersi alla volontà degli uomini, e quindi sono forse più loro a prendere la decisione di separarsi. Comunque nel corso della vita le persone cambiano, e non sempre si riesce a mantenere unita una coppia, una famiglia.

Recentemente si è parlato di matrimonio e famiglia anche per gli omosessuali. Ma io non sono d’accordo perché penso che la famiglia debba essere formata da un uomo, una donna e i figli.

Credo che due uomini o due donne legati da amore possano vivere insieme e forse anche  adottare un figlio. Forse l’amore che sarebbero in grado di dare a un bambino sarebbe senz’altro migliore di quello che di quello che può ricevere in un orfanotrofio o peggio ancora vivendo per strada. Queste coppie, forse potrebbero assicurare una vita migliore a bambini che pur vivendo in una vera famiglia sono maltrattati dai propri genitori.


RISPONDI ALLE DOMANDE: da scrivere e inviare alla professoressa via email

  1. QUALI SONO LE PAROLE CHIAVE DEL TEMA DI AMAAR?
  2. QUALI SONO LE SUE OPINIONI PERSONALI?
  3. QUALI SONO LE SUE ESPERIENZE PERSONALI?
  4. QUAL È LA CONCLUSIONE DEL TEMA?

 

ESERCIZIO 2

LEGGI LA TRACCIA, FAI LA SCALETTA, SVOLGI IL TEMA: da inviare alla professoressa via email

TRACCIA 

Esponi le tue opinioni relativamente alla proposta di consentire anche agli omosessuali di sposarsi e di adottare figli.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.